favola

Il complotto del sistema solare

 

In una terra molto molto a nord, sul cappello del mondo, tra i ghiacciai perenni e grandi silenzi viveva una bambina di nome Breeze. Le sue uniche compagne di giochi nelle lunghe notti polari erano le stelle. Breeze abitava in un minuscolo villaggio di pescatori inuit. I suoi genitori costruivano slitte.
Un giorno, Orione, il piccolo husky preferito dalla bambina, cadde in un crepaccio. + Leggi di Più

Il dinosauro che si credeva un coniglio

copertina

Tanto, ma tanto, ma proprio tanto tempo fa, la signora Velociraptor ebbe tre cuccioli: Aurelia Velociraptor, Amalia Velociraptor e Alvise Velociraptor. Le due sorelline crescevano belle e veloci. All’età di sei anni avevano già battuto tutti i record dei cugini più grandi. Erano l’orgoglio della famiglia Velociraptor.
Alvise, beh Alvise, invece, era un dinosauro un po’ strano. Credeva di essere un coniglio.
Tippete-tappete-tà
saltellava sempre di qua e di là.
Saltava quando andava a scuola, saltava quando mangiava, saltava perfino quando dormiva. Non riusciva proprio a smettere, perché Alvise credeva di essere un coniglio saltellante. Aveva solo la pelle sbagliata. I denti aguzzi e la coda lunga non gli appartenevano.
Le sue sorelle, i suoi cugini, i compagni di scuola, tutti lo prendevano in giro per quel suo strano comportamento. Alvise era spesso solo perché nessuno voleva giocare con un dinosauro che si crede un coniglio!
Tippete-tappete-tà
saltellava sempre di qua e di là. + Leggi di Più

La leggenda del pentolino azzurro- seconda parte

Mago- Emma di 8 anni

Mago- a cura di Emma (8 anni)

 

L’ometto fece cenno alla bambina di seguirlo e, così, i due lo attraversarono per giungere ai piedi del faro rosso.
-Tu aspettami qui. Nessuno può vedere dove stia nascosto il pentolino magico- ordinò il Mago a Lucrezia.
La bambina si sedette per terra: cominciava ad essere veramente stanca. Tirò fuori dallo zainetto la sua copertina e vi si accoccolò sopra, usando come cuscino lo zaino. In pochi istanti si addormentò con il rumore delle onde come ninna nanna… + Leggi di Più

La leggenda del pentolino azzurro- prima parte

Si narrava di un pentolino azzurro, ma di un azzurro veramente azzurro, come l’acqua del mare più bello, quell’azzurro che luccica, che ferisce gli occhi da tanto che è azzurro.
Quel pentolino era magico; di una magia anch’essa azzurra.
Era custodito in un faro, sul limite estremo di un lunghissima striscia di terra che si inoltrava per chilometri nel mare. Di fronte a questo faro, ce n’era un altro. I due fari, uno di colore rosso e uno giallo, si guardavano, a dividerli solo pochi metri di onde.

Faro rosso

+ Leggi di Più

La polpa di tonca

 

Mi chiamo Aristotele. Abito in un tranquillo angolino di mondo, sulla riva di un fiume, con mia moglie Ifigenia e le nostre due figliolette, Electra e Dafne. Sono un maestro. Insegno, ogni giorno, ai miei alunni tante cose super: la matematica, la geografia, la storia e le scienze, ma ciò che li diverte di più è senz’altro quella che io chiamo l’arte della fantasia. Ci sediamo tutti in cerchio e cominciamo a creare storie strampalate con personaggi assurdi. La scorsa settimana, ad esempio, abbiamo inventato un racconto che faceva così:

C’era una volta un fantasma orripilevole (sì, lo so che orripilevole non esiste, ma si tratta di arte della fantasia!), insomma questo fantasma aveva 84 anni e, ormai, doveva andare in pensione e non spaventare più i bambini, ma…

Perdonatemi, non era questa, però, la storia che volevo raccontarvi.

Ricominciamo da capo.

Mi chiamo Aristotele, sono un castoro e questa è la mia avventura:

Il castoro Aristotele Matilde- 6 anni

Il castoro Aristotele di Matilde- 6 anni

+ Leggi di Più

Il Serpente Bidone

In un luogo lontano fatto di notti stellate, infinite distese di sabbia e un sole rabbioso che tutto brucia, viveva una rara specie di rettile squamato: il Serpente Bidone. Esso era di vitale importanza per l’ecosistema, in quanto, con la sua lingua biforcuta, raccoglieva e, poi, inghiottiva tutti i rifiuti el deserto del Miasmara.

Serpente Bidone + Leggi di Più

Il coccodrillo Bartolomeo

Ero appena rincasata dopo una lunga giornata di lavoro, quando sentii un leggero “toc toc” sulla porta d’ingresso. Aprii e quel che vidi fu un coccodrillo color palude, basso e cicciottello con un grembiule a scacchi rossi e bianchi che mi disse:

 

Il coccodrillo Bartolomeo

Il coccodrillo Bartolomeo

+ Leggi di Più

Che cosa succede se Capitan Bistecca sfida il Generale Broccolo?

Scoprilo con questo divertente libro!

Clicca qui per maggiori info:

La guerra in mensa – Delmiglio Editore