bambini

Il caso degli appendiabiti scomparsi

 

copertina

http://www.quintillasognidoro.it/wp-content/uploads/2016/10/daria.jpg
daria
http://www.quintillasognidoro.it/wp-content/uploads/2016/10/bianca.jpg
bianca
http://www.quintillasognidoro.it/wp-content/uploads/2016/10/arianna.jpg
arianna
http://www.quintillasognidoro.it/wp-content/uploads/2016/10/ambra.jpg
ambra
http://www.quintillasognidoro.it/wp-content/uploads/2016/10/alice.jpg
alice
http://www.quintillasognidoro.it/wp-content/uploads/2016/10/alessia.jpg
alessia
http://www.quintillasognidoro.it/wp-content/uploads/2016/10/elsa.jpg
elsa
http://www.quintillasognidoro.it/wp-content/uploads/2016/10/eva.jpg
eva
http://www.quintillasognidoro.it/wp-content/uploads/2016/10/fede.jpg
fede
http://www.quintillasognidoro.it/wp-content/uploads/2016/10/giacomo.jpg
giacomo
http://www.quintillasognidoro.it/wp-content/uploads/2016/10/giulia.jpg
giulia
http://www.quintillasognidoro.it/wp-content/uploads/2016/10/matilde.jpg
matilde
http://www.quintillasognidoro.it/wp-content/uploads/2016/10/margherita.jpg
margherita
http://www.quintillasognidoro.it/wp-content/uploads/2016/10/marco.jpg
marco
http://www.quintillasognidoro.it/wp-content/uploads/2016/10/marco-marenghi.jpg
marco-marenghi
http://www.quintillasognidoro.it/wp-content/uploads/2016/10/ludovica.jpg
ludovica
http://www.quintillasognidoro.it/wp-content/uploads/2016/10/leonardo.jpg
leonardo
http://www.quintillasognidoro.it/wp-content/uploads/2016/10/pietro.jpg
pietro
http://www.quintillasognidoro.it/wp-content/uploads/2016/10/riccardo.jpg
riccardo
http://www.quintillasognidoro.it/wp-content/uploads/2016/10/sofia.jpg
sofia
http://www.quintillasognidoro.it/wp-content/uploads/2016/10/viola.jpg
viola
http://www.quintillasognidoro.it/wp-content/uploads/2016/10/zeno.jpg
zeno
http://www.quintillasognidoro.it/wp-content/uploads/2016/10/alessandro.jpg
alessandro

 

L’inventore più geniale di tutti i tempi, tale ingegner Fracasso, era un ometto assai strano. Tondo come un cocomero, con una montagna di riccioli verdi in testa, assomigliava molto a un cespuglio ambulante. Produceva talmente tante idee stratosferiche da essere costretto a svuotare il cervello ogni sera. Prendeva una siringa se la infilava nel naso e risucchiava, così, uno dei suoi vorticosi pensieri. Poi, lo stirava con cura, lo appendeva ad un attaccapanni e lo riponeva nell’armadio.

+ Leggi di Più

cuore rosso e la tribù dei piedi lenti

Guarda il video completo della storia cliccando QUI SOTTO!

Nelle terre più ad ovest che abbiate mai conosciuto, lungo il fianco del grande continente americano, dove le montagne si ergono al cielo e le immense praterie si stagliano fino ai limiti dell’orizzonte, in quella cuna chiamata Valle dell’Acqua Dolce, si trovava il laborioso accampamento della tribù dei Piedi Lenti, indiani dall’aria bonaria e ospitale. I bambini pescavano salmoni nel torrente, le donne acconciavano le pelli e raccoglievano erbe, tuberi e frutti di bosco mentre gli uomini erano a caccia di cervi e bisonti. Regnava una quiete assoluta. Il fumo saliva dai tipì, la tipica abitazione indiana, tenuto a bada dall’occhio attento dei vecchi. Nell’aria si spargeva il profumo di pesce abbrustolito e di carne essiccata. L’unica nota acuta di trambusto e confusione proveniva da un tipì ai confini dell’accampamento, dove alloggiava Cuore Rosso, una ragazzina turbolenta che trascorreva le sue giornate a ruzzolare nella boscaglia, a spiare i soldati del fortino a nord del villaggio e a preparare trappole di ogni sorta per lepri e volpi. + Leggi di Più

lo sciroppo

Lo Sciroppo

Un dottore buono
capì che ogni bimbo
tremava al solo suono
della parola : Sciroppo!
-No, basta, per carità,
questo è troppo!-
urlavano i poveretti
che dovevano berne
interi barattoletti.
Così inventò una medicina
che era senza scatolina.
Era uno sciroppo ad arte:
sapeva di gustosi pasticcini,
si poteva mettere nel latte
al posto dei biscottini.
Accipicchia, che scoperta!
Ma chi lo spiega all’infermiera Berta?
Che pazzia, che follia,
ma quale astruseria!
Tutti i bambini corsero all’ospedale
fingendo di stare male…
Fu allora che Amedeo
si svegliò
e vide la solita medicina
sul comò,
ne bevve un sorso
immaginando di dare
un gran morso
ad un pasticcino al cioccolato
e lo sciroppo filò giù
tutto d’un fiato.

 

Zigiuffo

Il monello ZigiuffoIn un antico e grande castello
viveva un bimbo davvero monello
aveva un nome molto buffo,
per tutti era il piccolo Zigiuffo.

Giocava tra il vecchio mobilio
e i pipistrelli
facendo cigolare tutti i chiavistelli.
La sua mamma e il suo papà
erano i cuochi di sua Maestà.

Cosa bolle in pentola?
C’è un nuovo piatto
che puzza di misfatto…

la trottola del monello
è finita nel cestello
dove sta
il pane di sua Maestà;
ohibò, chi se la mangerà?Trottola

I.

Il Serpente Bidone

In un luogo lontano fatto di notti stellate, infinite distese di sabbia e un sole rabbioso che tutto brucia, viveva una rara specie di rettile squamato: il Serpente Bidone. Esso era di vitale importanza per l’ecosistema, in quanto, con la sua lingua biforcuta, raccoglieva e, poi, inghiottiva tutti i rifiuti el deserto del Miasmara.

Serpente Bidone + Leggi di Più

Il coccodrillo Bartolomeo

Ero appena rincasata dopo una lunga giornata di lavoro, quando sentii un leggero “toc toc” sulla porta d’ingresso. Aprii e quel che vidi fu un coccodrillo color palude, basso e cicciottello con un grembiule a scacchi rossi e bianchi che mi disse:

 

Il coccodrillo Bartolomeo

Il coccodrillo Bartolomeo

+ Leggi di Più

Che cosa succede se Capitan Bistecca sfida il Generale Broccolo?

Scoprilo con questo divertente libro!

Clicca qui per maggiori info:

La guerra in mensa – Delmiglio Editore