Avventura

Il fantasma con gli occhiali

Un’altra storia scaturita dalla fantasia del nostro scrittore in erba Michele. Leggete qui che avventura da brividi!

Voi avete mai visto un fantasma con gli occhiali?

No?

Bene, allora ascoltate questa storia!
Nel lontano villaggio di Monsterland vi era da molto tempo una piccola casetta abbandonata a causa di strani rumori provenienti da quelle mura, tipo HUUUU+ Leggi di Più

Banana Man 2: il piano degli italiani

Banana Man- Olga

Banana Man- Olga

Gli italiani ebbero un’idea geniale: impastarono una pizza gigante dove si nascose tutto l’esercito. Il capitano la portò ai cancelli della fortezza di Banana Man dove i marziani cinesi stavano di guardia. All’improvviso dalla pizza uscirono le truppe di italiani armati di banane laser che avevano rubato nel magazzino segreto del mostro e ghiacciarono tutte le guardie. + Leggi di Più

Banana Man 1

Questa storia è stata scritta da Luca, Mathyas, Olga, Emma e Micol.

(Adatta a bambini dagli 8 anni in su.)

Banana Man- Olga

Banana Man- Olga

 

C’era una volta un mostro crudele chiamato Banana Man, che comandava un esercito di farfalle assassine con cui terrorizzava la gente di Lunar City. Questi insetti alati entravano dalle orecchie delle persone e mangiavano loro il cervello facendoli diventare tutti pazzamente matti.
Le persone uscite di senno regalavano i loro soldi a chi glieli chiedeva così Banana man ne approfittò per impossessarsi di tutte le ricchezze dei Lunarsitesi. + Leggi di Più

Un’avventura con i baffi

La libellula Lorenzo- Nadia (6 anni)

La libellula Lorenzo- Nadia (6 anni)

Le nostre tre piccole scrittrici, Nadia e Matilde (6 anni) e Noemi (8 anni) hanno inventato questa storia avventurosa per la buonanotte di tutti i bambini.

C’era una libellula che viveva in un bosco con un laghetto. Questa libellula era un maschio ed aveva i baffi. Aveva due amici: Giacomo, il riccio e Viola, lo scoiattolo.
La libellula con i baffi si chiamava Lorenzo, detto Lollo.
Un giorno si mise in viaggio con Viola e Giacomo per cercare le rose rosse senza spine, che servivano loro per decorare la festa di Lorenzo nella casa nuova di Giacomo.
Le rose rosse senza spine si trovavano in un villaggio molto molto lontano chiamato Panco-Panchi ed erano sorvegliate da un maiale rosso molto molto cattivo di nome Mikorko…

+ Leggi di Più

cuore rosso e la tribù dei piedi lenti

Guarda il video completo della storia cliccando QUI SOTTO!

Nelle terre più ad ovest che abbiate mai conosciuto, lungo il fianco del grande continente americano, dove le montagne si ergono al cielo e le immense praterie si stagliano fino ai limiti dell’orizzonte, in quella cuna chiamata Valle dell’Acqua Dolce, si trovava il laborioso accampamento della tribù dei Piedi Lenti, indiani dall’aria bonaria e ospitale. I bambini pescavano salmoni nel torrente, le donne acconciavano le pelli e raccoglievano erbe, tuberi e frutti di bosco mentre gli uomini erano a caccia di cervi e bisonti. Regnava una quiete assoluta. Il fumo saliva dai tipì, la tipica abitazione indiana, tenuto a bada dall’occhio attento dei vecchi. Nell’aria si spargeva il profumo di pesce abbrustolito e di carne essiccata. L’unica nota acuta di trambusto e confusione proveniva da un tipì ai confini dell’accampamento, dove alloggiava Cuore Rosso, una ragazzina turbolenta che trascorreva le sue giornate a ruzzolare nella boscaglia, a spiare i soldati del fortino a nord del villaggio e a preparare trappole di ogni sorta per lepri e volpi. + Leggi di Più

PIRATI !

Pirata Giacobbe

Sulla rotta delle grandi correnti, solcando le onde gigantesche, tra gli scogli taglienti e i fondali neri come la pece, navigava il pirata Giacobbe. Bucaniere della peggior specie, temuto in tutti i sette mari e rispettato in ogni locanda di porto. Dente d’oro, cappellaccio a tesa larga, cicatrice sulla guancia e spadino alla cintura. Insomma, una faccia da fare paura! E che ciurma dirigeva, la più astuta, lesta e in gamba mai incontrata. Vento in poppa e comandi al timoniere, così se ne stava Giacobbe sulla prua del galeone “Speranza”. Una bandiera nera sventolava in cima all’albero maestro, teschio e spade incrociate. Pirati! + Leggi di Più

Che cosa succede se Capitan Bistecca sfida il Generale Broccolo?

Scoprilo con questo divertente libro!

Clicca qui per maggiori info:

La guerra in mensa – Delmiglio Editore