Laboratori di scrittura creativa – I barattoli delle storie

In questo ultimo appuntamento con i laboratori di Quintilla “Riscriviamo le fiabe” i nostri bambini hanno inventato una fiaba tutta loro con l’aiuto dei “Barattoli delle storie”!

Sentite un po’cosa ne è venuto fuori…

GRUPPO 1:
Sofia-Eva-Marco-Ginevra

EROE: Un cuoco che non sa cucinare
CATTIVO: Un bidello mangia-bambini
LUOGO: Un pianeta sconosciuto
OGGETTO: Un gomitolo senza filo

IL PIANETA FULMINATO

Durante l’esplosione di un pianeta sconosciuto, il cuoco che non sapeva cucinare cercava il bidello mangia-bambini che era in possesso del magico gomitolo senza filo. Il gomitolo senza filo era, infatti, l’unico strumento in grado di rimettere insieme il pianeta.
Ci fu una grande battaglia: il cuoco cominciò a mangiare i bambini e il bidello imparò a cucinare. Ma che fine aveva fatto il gomitolo?
Un giorno il bidello seppe della distruzione del pianeta e trovò nel suo ripostiglio il gomitolo fatato e, in un battibaleno, ricostruì il pianeta.
Infine il bidello chiamò il pianeta Arcobaleno Fulminato.

 

GRUPPO 2:
Edoardo- Sofia- Alice

EROE: Un mago che sa fare solo una magia
CATTIVO: Geronimo Stilton
LUOGO: Il Paese delle Meraviglie
OGGETTO: La borsa magica della maestra

CRAKKEN-VAKKEN SCONFIGGE IL TOPO!

Nel 22esimo secolo un mago ciccione, che mollava arie pestilenziali, sapeva fare solo una magia: con la formula “Socco de Perus” sapeva trasformare i cattivi in succo di pera. Ahimè, però, un giorno perse anche quel potere, così decise di andare nel Paese delle Meraviglie dove c’era la gelateria che faceva il gelato più buono del mondo per consolarsi con un bel cono triplo.
Lì, però, incontrò il temibile Geronimo Stilton che aveva un piano malefico per distruggere tutte le gelaterie del mondo perché lui era allergico al gelato, così nessuno lo avrebbe più potuto mangiare.
Così il topo, con la sua bacchetta a forma di formaggio, trasformò tutte le gelaterie in negozi di formaggio. Allora il mago tornò nel suo mondo per cercare la famosa classe V B dove era nascosta la borsetta della maestra Gianfranca che si diceva fosse magica. Il mago trovò la borsetta e la chiese in prestito alla maestra. Nel frattempo Geronimo Stilton stava preparando milioni di miliardi di tisane alla fonduta da vendere nei suoi nuovi negozi di formaggio.
Allora il mago tornò nel Paese delle Meraviglie per affrontare il temibile topo. I due stavano combattendo, il mago stava per aprire la borsa magica che avrebbe dovuto inghiottire il topo, ma sentì, invece, un miagolio e allora si accorse che aveva preso la borsa sbagliata! Quella conteneva il gattino della maestra Gianfranca di nome Crakken-Vakken. Il gatto balzò fuori e rincorse il povero Geronimo che scappò via e non tornò mai più.
Poi il mago tornò dalla maestra per restituirle Crakken-Vakken e le chiese di nuovo in prestito la vera borsa magica, dalla quale tirarono fuori delle nuove gelaterie per tutto il mondo.

 

E qui le foto dell’incontro:

 

 

Qui troverete uno SCHEMA e tante idee per scrivere con i vostri bambini tante altre FIABE!

Schema per scrivere fiabe Idee per scrivere fiabe

 

 

 

 

 

 

Ilenia Bilancio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Che cosa succede se Capitan Bistecca sfida il Generale Broccolo?

Scoprilo con questo divertente libro!

Clicca qui per maggiori info:

La guerra in mensa – Delmiglio Editore