fiabe classiche testo pdf

Cenerentola

La versione originale della famosissima fiaba di Cenerentola dei fratelli Grimm per una piacevole lettura serale con i vostri bambini!

Alla fine della storia troverete anche una comoda versione in pdf da scaricare gratuitamente.

C’era un volta una bambina buona e bellissima, figlia di un gentiluomo molto ricco. La madre di questa bambina era morta e, così, suo padre si era risposato con una vedova che aveva due figlie. Ben presto, ahimè, morì anche il padre, lasciando la bambina alle cure della matrigna e delle sorellastre che si rivelarono, però, essere cattive, superbe e invidiose. + Leggi di Più

I vestiti nuovi dell’imperatore

Una fiaba classica di uno dei più famosi autori della tradizione: I vestiti nuovi dell’imperatore di Hans Christian Andersen.

Molti anni fa viveva un imperatore che amava avere bellissimi vestiti nuovi. Non si curava dei suoi soldati né di andare a teatro o di passeggiare nel bosco, se non per sfoggiare le sue meravigliose vesti. Possedeva un vestito per ogni ora del giorno, tanto che era quasi sempre nello spogliatoio a cambiarsi.
Nella grande città in cui abitava arrivavano ogni giorno molti stranieri. Una mattina arrivarono due imbroglioni, che sostenevano di saper tessere la stoffa più bella che mai si potesse immaginare con colori e disegni straordinari. Non solo, dissero anche i vestiti fatti di quella stoffa avevano lo strano potere di… + Leggi di Più

Era la notte di Natale

natale

Vi proponiamo un classico tra le poesie di Natale nella sua versione inglese e con la traduzione in italiano. Testo originale di Clement Clarke Moore.

Twas the night before Christmas

Twas the night before Christmas, when all through the house

Not a creature was stirring, not even a mouse.

The stockings were hung by the chimney with care,

In hopes that St Nicholas soon would be there. + Leggi di Più

biancaneve

 

C’era una volta una regina in attesa di un bambino che, in una giornata invernale, stava filando davanti alla finestra. Il davanzale era di legno d’ebano nero e su di esso si stava già ammucchiando della neve. Ad un tratto si punse un dito ed alcune gocce di sangue caddero sulla neve. La regina pensò: “Come mi piacerebbe avere una bambina dai capelli neri come l’ebano, dalle labbra rosse come il sangue e dalla pelle bianca come la neve!” E così chiamò la sua bambina Biancaneve.

+ Leggi di Più

Che cosa succede se Capitan Bistecca sfida il Generale Broccolo?

Scoprilo con questo divertente libro!

Clicca qui per maggiori info:

La guerra in mensa – Delmiglio Editore